+39 339 7913985

Le tipologie di esposizione alle radiazioni ionizzanti

La classificazione dell’esposizione alla radiazioni si basa su una distinzione semplice ma essenziale, che è funzionale alla definizione di misure di radioprotezione coerenti con le specifiche caratteristiche del contesto in cui si usano radiazioni ionizzanti.

In questo articolo proponiamo una panoramica sulle tipologie di esposizione e sulla loro importanza.

I tipi di esposizione

Possiamo identificare tre principali tipi di esposizione alle radiazioni. 

Li vediamo di seguito.

Esposizione esterna (o irraggiamento) 

Si verifica quando una persona viene esposta a radiazioni provenienti da una fonte esterna, come raggi X o raggi gamma; può avvenire attraverso il contatto con una sorgente radiante senza che il materiale radioattivo entri nel corpo.

L’esposizione esterna è influenzata da vari fattori che determinano la quantità di radiazioni assorbite da una persona. Tra questi la distanza dalla sorgente radiante e il tempo di esposizione sono certamente due elementi chiave.

L’intensità delle radiazioni diminuisce in modo inversamente proporzionale al quadrato della distanza: riducendo la distanza, si aumenta notevolmente l’esposizione. La protezione può quindi essere ottenuta mantenendo una distanza sicura dalla sorgente o utilizzando schermi di protezione o DPI specifici.

Addetto Atlas Services con DPI contro l'esposizione alle radiazioni ionizzanti
DPI durante la catalogazione campioni prelevati – Atlas Services

Il tempo di esposizione è altrettanto rilevante. Limitare il tempo di esposizione riduce l’accumulo di dose: l’implementazione di tecniche per l’esposizione breve o l’automazione di processi possono contribuire a ridurre il tempo di esposizione.

Altri fattori includono la quantità di materiale radioattivo, il tipo di radiazione emessa e il mezzo attraverso il quale le radiazioni viaggiano. 

Esposizione Interna 

Questa tipologia di esposizione si verifica quando sostanze radioattive vengono assorbite all’interno del corpo, con diverse possibili modalità.

L’inalazione avviene quando particelle radioattive sono presenti nell’aria e vengono respirate: qualora le particelle abbiano dimensioni tali da essere trattenute nei polmoni a lungo termine, l’organismo può essere sottoposto a esposizioni significative.

L’ingestione riguarda l’assunzione di sostanze radioattive tramite cibo, acqua o altre fonti: a seconda delle caratteristiche del materiale radioattivo, le radiazioni interne possono influenzare organi specifici.

La valutazione dell’esposizione interna è spesso più complessa rispetto a quella interna e richiede la comprensione delle vie di ingresso, dei tempi di permanenza dei radionuclidi nel corpo e delle loro proprietà biologiche. 

Le misure preventive possono includere includono pratiche igieniche rigorose, il controllo della contaminazione ambientale e l’uso di indumenti protettivi nelle aree a rischio. La radioprotezione efficace richiede una gestione oculata dei percorsi di esposizione interna per garantire la sicurezza degli individui e la protezione dell’ambiente.

Leggi anche “Radiazioni ionizzanti e sicurezza sul lavoro: informazioni per le imprese

esperto di radioprotezione per radiazioni ionizzanti
Esperto di radioprotezione – Atlas Services

Alla base della radioprotezione

È importante capire che non si tratta di un argomento puramente teorico: la comprensione dei diversi tipi di esposizione alle radiazioni è infatti un requisito essenziale per gestire in modo efficace la sicurezza radiologica

Si pensi ad esempio all’esposizione esterna, che prevede misure preventive come lo schermo di protezione. D’altra parte l’esposizione interna, derivante dall’inalazione o ingestione di materiali radioattivi, implica pratiche di controllo ambientale e di igiene personale.

Allo stesso modo, è cruciale sensibilizzare sulle radiazioni incorporate, che coinvolgono sostanze radioattive all’interno del corpo, richiedendo monitoraggio accurato e protocolli di sicurezza specifici. 

Presentare queste informazioni non solo aumenta la consapevolezza dei rischi, ma promuove anche l’adozione di pratiche di radioprotezione, contribuendo a un ambiente di lavoro e a una comunità più sicuri.

Vuoi maggiori informazioni?

Contattaci all’indirizzo [email protected] 

Chiamaci al numero +39 0251824888